• Territorio

ESCURSIONI

Reggio Calabria e Scilla

Partenza per Scilla, piccola cittadina sull’incantevole scenario della Costa Viola. Visiteremo l’antico borgo dei pescatori conosciuto con il nome di Chianalea. La seconda tappa è il castello dei Ruffo e la Chiesa di San Rocco. Dopo raggiungeremo Reggio Calabria, città elegante in stile liberty che appartiene al periodo italiano dell’Arte Nuova. Visiteremo il museo archeologico nazionale che conserva la ricca collezione dei reperti della Magna Grecia e i Bronzi di Riace. Continueremo la giornata con una piacevole passeggiata sul lungomare definito da Gabriele D’Annunzio “il più bello chilometro d’Italia” e poi visiteremo le rovine delle Terme Romane, delle mura Greche e il Duomo.

Parco Avventure del Borgo

L’attività mozzafiato, adrenalina allo stato puro, la si può provare nel Parco delle Avventure del Borgo a Sellia. Questo parco che si trova adiacente al Borgo di Sellia, la suggestiva, a dir poco, unica esperienza della durata complessiva di circa tre ore, la si vive in assoluta sicurezza (sistemi di imbracatura e supporti di personale altamente qualificato). Si inizia con il passare da un albero all’altro su dei ponti tibetani, via via va aumentando il livello di difficoltà. Dopo circa due ore si giunge alla Torre di lancio alta circa 15 metri dove si farà il Quick jump, continuando si percorrerà il Ponte Tibetano Panoramico Sospeso lungo circa 130 metri e alto 20 dal quale si avrà la vista spettacolare sia sul Golfo di Squillace nonché sulla Sila.
Al termine si farà il volo sul Borgo, della lunghezza di 500 metri e durata di circa 45 secondi giungendo così in Centro Storico di Sellia dove vi attenderà sempre il personale specializzato.

Le Castella e giro in barca nel Parco Marino

Visita guidata della Fortezza Aragonese di Le Castella, risalente al XV secolo e simbolo di questa piccola località.
Passeggiata per le vie del borgo e tra i caratteristici negozi di prodotti artigianali e ceramiche.
Dopo l’escursione trascorreremo un’ora in mare per scoprire le bellezze del parco marino con una barca con fondale trasparente.

Serra San Bruno

Vi accompagneremo a Serra San Bruno un affascinante paesino nell’entroterra calabrese. Il borgo merita una passeggiata nel suo centro storico dopodiché ci dirigiamo verso la Certosa (XII sec.): il grande e famoso Monastero che si trova immerso in un bosco di faggi e abeti bianchi. Qui si può visitare il Museo della Certosa, che altro non è che l’unica ala del monastero completamente visitabile, avendo i frati contratto il voto di clausura totale. Visitato il Museo ci spostiamo a pochi chilometri di distanza per visitare l’Eremo di San Bruno, dove oltre alla cappella costruita sulla Grotta di San Bruno si può visitare la Chiesa di Santa Maria del Bosco. Il paesino è anche famoso per la lavorazione di funghi porcini e tutti i locali propongono piatti tipici a base di funghi. Terminata l’esplorazione montana giunge così il momento di dirigerci verso Soverato, luogo sì di mare ma è anche un luogo “teatrale”, certo per i suoi scorci panoramici ma anche perché numerosi sono gli spettacoli che vengono organizzati, ma anche per un monumento particolare, la Pietà di Antonello Gagini, artista siciliano che la scolpì in marmo bianco di Carrara nel 1521 questa si trova all’interno della Chiesa di Maria Santissima Addolorata.
Il giro per Soverato non può che cominciare fuori dall’abitato, con le Tombe Sicule, nel sito archeologico delle Grotticelle, in località Sant’Antonio.